Systea S.p.A.

Analytical Technologies

Progetti di Ricerca e Sviluppo

SMS European research project

Scarica qui il banner del progetto ed il documento informativo.

Per ulteriori informazioni, visita il sito del progetto

PROGETTI IN CORSO

Il nostro team di ricerca e sviluppo  sta lavorando attivamente per sviluppare nuove soluzioni automatizzate per la misura di nuovi parametri nelle acque ed in particolare:

  • un nuovo analizzatore on-line per la misura di Escherichia Coli;
  • nell'ambito del progetto di ricerca europeo SMS, una serie di pericolosi composti chimici organici, che includono specifiche alghe tossiche, composti biocidi in vernici antifouling e ritardanti di fiamma, oltre ad alcuni composti farmaceutici saranno misurati automaticamente in acque costiere per mezzo di biosensori innovativi;
  • sono in corso di sviluppo e test nuovi metodi per la determinazione di metalli pesanti mediante tecniche di misura ottiche.

PROGETTI EUROPEI CONCLUSI

SEWING

LOGO_Sewing

L'obiettivo del progetto di ricerca europeo SEWING è stato quello di realizzare un sistema di monitoraggio continuo per l'analisi dell'inquinamento delle acque in tempo reale.

Sono stati sviluppati e applicati piccoli ed economici sensori miniaturizzati (Chemfets) in un prototipo di misura in tecnologia Loop Flow Analysis sviluppato dalla Systea ed integrato con un algoritmo specifico per attenuare le interferenze tra i parametri rilevati (NH3, NO3).

Per ulteriori informazioni sul progetto clicca qui.

Sewing_prototype


EXOCET-D

Logo_Exocet

L'obiettivo generale del progetto di ricerca europeo EXOCET/D è stato quello di sviluppare, implementare e testare strumenti specifici volti a esplorare, descrivere, quantificare e monitorare la biodiversità nelle acque profonde, nonché ad individuare i collegamenti tra la struttura degli organismi viventi marini e le dinamiche ambientali. Dispositivi di bordo ad approccio integrato consentono gli esperimenti sulla fisiologia delle specie nell'habitat marino studiato.

DPA_inside_ROV_Victor

All'interno del consorzio di ricerca, la Systea è stata coinvolta in una campagna di msiura sperimentale nelle Isole Azzorre utilizzando la sonda in-situ (DPA), integrata all'interno del ROV (Remoted Operated Vehicle) Victor-6000 dell'Ifremer; la sonda è stata in grado di misurare il ferro totale ed i solfuri nel corso di una sessione di monitoraggio di alcune ore a  -1,500 m di profondità.

Per ulteriori informazioni sul progetto clicca qui.


WARMER

warmer

WARMER è stato un progetto di ricerca finanziato dalla Commissione Europea per sviluppare un sistema di monitoraggio della qualità delle acque in tempo reale e di valutazione dei rischi ambientali; il progetto si è protratto per tre anni e si è concluso il 31-08-2009. 

WARMERè stato concepito come un progetto interdisciplinare per integrare le attività di sviluppo e ricerca in una serie di discipline diverse, quali la chimica, l’elettronica, l’informatica e la micromeccanica. Il risultato finale è stata una piattaforma galleggiante facilmente rilocabile, dotata di una serie di sonde multiparametriche per il monitoraggio delle acque, per essere efficacemente utilizzata per la gestione dei rischi ambientali. Warmer_platform

La Systea ha coordinato il progetto e ha prodotto i seguenti risultati principali:

  • la sonda multiparametrica in–situ DPA Pro per la misura di sostanze nutritive è stata integrata e testata sul campo nella laguna di Venezia per diversi mesi (clicca qui per scaricare  il documento descrittivo dell’esperimento) insieme con la piattaforma di monitoraggio, gestita in locale da un data-logger sviluppato dal nostro partner Sysmedia ed in remoto dal sistema di controllo su Web  Zetaced, sviluppato anch'esso dalla Sysmedia
  • un prototipo di sonda multiparametrica in situ è stato sviluppato e testato in laboratorio per eseguire automaticamente misure automatiche di metalli pesanti, utilizzando speciali elettrodi serigrafati, denominati Screen Printed Electrodes (SPE)
  • un analizzatore multiparametrico da banco è stato sviluppato e testato in laboratorio per gestire automaticamente una serie di elettrodi potenziometrici miniaturizzati, sviluppati da altre Università partner, per la misura di Cl, NO3, NH3, Cd, Cu e altri ioni. 

I dati di misura sul campo sono stati inoltre associati a dati di monitoraggio acquisiti da satellite (remote sensing), utilizzando una piattaforma su Web resa disponibile dal partner di ricerca NERSC.

Per ulteriori informazioni e per scaricare la documentazione clicca qui.